traveling street basket

  • Nel 2007, grazie allo spirito collaborativo e solidale di un gruppo di genitori di ragazzi portatori di handicap e il sostegno di alcuni volontari, è nata a Caselle Torinese la STELLA POLARE.

Si tratta di un’associazione sociale che si propone come punto di riferimento per tutte le persone con disabilità di qualsiasi età, cercando, nell’ambito dei servizi socio-assistenziali ed educativi, di creare attività idonee a rimuovere gli ostacoli che impediscono una piena osmosi fra il mondo normodotato e quello diversamente abile.

L’intero operato dell’associazione è stato da sempre orientato allo sviluppo e al miglioramento della qualità della vita delle persone disabili, cercando di favorire quanto più possibile l’acquisizione di abilità e di capacità affettivo-relazionali al fine di potenziare la realizzazione personale e l’inserimento sociale.

L’obiettivo che ci si propone è quello di aiutare queste persone per tutto il ciclo della vita, soprattutto quello dell’età adulta e anziana che non sempre vedono il dispiegarsi di servizi e supporti adeguati alle necessità che si presentano.

Dal 2007 a oggi la STELLA POLARE, grazie alla preziosa collaborazione del Gruppo Alpini di Caselle T.se, ha organizzato molteplici attività socio-ricreative, che hanno ottenuto una numerosa partecipazione di ragazzi diversamente abili, loro famigliari e terzi normodotati.

In particolare, sono state organizzate nove edizioni della manifestazione denominata “Sport a Ruota Libera senza Barriere”, in cui il Gruppo Alpini di Caselle T.se si è reso principale partner della logistica, del trasporto di materiali necessari allo svolgimento delle attività e anche della parte conviviale delle giornate.

Nelle giornate dedicate allo sport, siamo riusciti a unire sotto lo stesso tetto diverse discipline sportive per disabili e per normodotati; il successo più grande è stato l’esempio che ha dato questa giornata: un’occasione d’incontro tra il disabile e il normodotato e la necessità che lo sport per disabili non venga ghettizzato.

In questa manifestazione, che ha riscontrato un notevole favore da parte della comunità cittadina, si sono succedute numerose discipline sportive tra le quali hand-bike, basket in carrozzina, judo per normodotati, judo per diversamente abili, ballo in carrozzina, hockey in carrozzina, nuoto per diversamente abili, ping pong per disabili, scherma su carrozzina, tennis disabile.

Il nostro proposito, con la realizzazione di questo nuovo progetto, vuole essere quello di promuovere lo sport disabile con una carovana viaggiante che faccia vedere e faccia provare cosa significa vivere lo sport e il mondo da 60 cm da terra seduti su quattro ruote.

Malgrado le credenze popolari siano state sfatate ormai da molti anni, sia da teorie scientifiche che da dimostrazioni pratiche, resta sempre quel pensiero che l’uso, per gioco o per scherzo di qualsivoglia ausilio (carrozzina a rotelle compresa), porti le persone normodotate a malattie invalidanti oltre a sfortune e chissà cos’altro.

Chiediamo all’amministrazione, nella persona del Sindaco come massimo esponente della comunità, di mettersi in gioco dimostrando la propria capacità ad affrontare ogni sfida gli si presenti; lasciamo libero spazio al primo cittadino di formare la propria squadra con cui dovrà affrontare la compagine della Stella Polare.

Verrà disputata una partita tra la squadra del Sindaco e una composta dai ragazzi della Stella Polare, atleti amatoriali che vivono quasi in simbiosi con la carrozzina e praticano gli sport, tra cui il basket, come le persone normodotate.

Chiediamo alle amministrazioni comunali di darci visibilità, di dare visibilità e dare la possibilità di far vedere ai propri cittadini diversamente abili e non, che nello sport come nella vita quotidiana non ci sono differenze; le uniche differenze sono quelle che si creano con l’indifferenza e il pregiudizio infondato.

Ci occorre solo un piccolo spazio, modellato di volta in volta, in cui tracciamo il campo da basket, utilizzando del semplice nastro di carta da carrozziere, il sindaco e la sua squadra e per il resto pensiamo a tutto noi.

Dopo un piccolo briefing con le squadre e una breve spiegazione al pubblico presente, verrà disputata la partita su due tempi da 10 minuti cad.

Il basket in carrozzina, come quasi tutti gli sport praticati dai diversamente abili, hanno delle regole che permettono di allineare gli atleti a seconda del grado di disabilità; infatti, sulle carrozzine sono presenti in modo molto chiaro (sulle ruote) i colori che identificano l’atleta e i diversi punteggi che hanno i propri tiri.

Nel caso in cui sia concessa l’installazione del campo da basket per tutta la durata della manifestazione, gli atleti durante tutta la giornata, si cimenteranno in partitelle dimostrative dando la possibilità a chiunque di provare la disciplina seduto sulla sedia a rotelle.

Ecco di seguito il prospetto economico per la realizzazione del progetto, in cui sono indicati i costi di acquisto delle attrezzature e dei beni di consumo; solitamente un set di copertoni usati in palestra, su un normale campo da basket in parquet, durano in media circa 20 partite, mentre in strada, come nel caso del nostro progetto, la durata media è di 4/5 partite; anche i palloni risentono della porosità accentuata dell’asfalto.

I costi previsti per l’acquisto delle attrezzature necessarie alla realizzazione del nostro progetto sono:

10 Carrozzine da basket

18.060,00 €

02 Canestri trasportabili (459,95 € cad)          

919,90 €

15 palloni da basket misura 5 ( 12,00 € cad)

180,00 €

20 Magliette e pantaloncini (9,95 € cad)

398,00 €

nr 15 noleggi furgone per il trasporto delle attrezzature (145,00€/gg)

 2.175,00 €

Spese varie (carburante automezzo, bevande per atleti durante le manifestazioni, materiale pubblicitario degli eventi)

                                                                                                                                                        475,00 €

01 Gazebo da utilizzare da spogliatoio per gli atleti (5 mt x 4 mt)  

750,00 €

Totale 22.957,90 €

WhatsApp chat